Esame B1 Goethe-Institut? Keine Sorge!

Esame B1 Goethe-Institut
Esame B1 Goethe-Institut? Keine Sorge! Ecco una breve serie di trucchi per affrontarli in modo sereno e vincente!

Esame B1 Goethe-Institut? Keine Sorge! Ecco una breve serie di trucchi per affrontarli in modo sereno e vincente!

Cosa imparerete a dire, ascoltare, leggere, usare

Alla fine di questo articolo avrete imparato a osservare il plico di un esame B1 del Goethe-Institut senza panico, bensì con la consapevolezza dei tipi di esercizi presenti nel test e con l’applicazione delle giuste strategie per superarlo alla grande.

Dopo la lezione sulle opinioni in lingua tedesca, come vi sentite adesso?

È aumentata la sicurezza nell’esprimere il proprio pensiero, nel dissentire e nel concordare in modo efficace e assertivo?

Spero di sì!

Ora passiamo alla prima delle due lezioni bonus: quella inerente agli esami B1 (l’altra, se vi ricordate, è sui film e telefilm germanofoni).

Esame B1 Goethe-Institut? Keine Sorge!

Vi avviso che questo articolo sarà breve e conciso, perché la tipologia d’esame è molto simile a quella del B1 di inglese, quindi i trucchi da applicare, le strategie da utilizzare sono le stesse.

Anche per il tedesco, infatti, esistono esercizi di scelta multipla, di combinazione e di riempi buchi.

Esame B1 Goethe-Institut. Ingrandite la foto per vederla meglio.

Tipologie di esercizi – ascolto e lettura (Lesen e Hören)

Tempo richiesto: 2 minuti.

Tipologie di esercizi – ascolto e lettura (Lesen e Hören)

  1. Scelta multipla

    Sia nello Hören sia nel Lesen ci sono gli esercizi di scelta multipla, pertanto le strategie da usare sono le stesse.
    Prima di tutto, bisogna sapere che ci sono una risposta giusta, una sbagliata e una che manda fuori pista (il cosiddetto red herring o falsche Spur).
    Secondo, bisogna leggere prima le domande e risposte per farsi un’idea della tematica principale del testo individuando già da subito le parole chiave, poi il testo stesso.
    Similmente, nello Hören bisogna prima leggere velocemente le domande e le risposte e individuare le parole chiave, poi ascoltare l’audio.

  2. Combinazione (Zuordnung)

    Anche questo esercizio accomuna Hören e Lesen, solo con una differenza.
    Nel Lesen ci sono infatti degli annunci da abbinare con delle persone; nell’ascolto bisogna combinare a), b) o c) (generalmente una persona moderatrice + due persone intervistate) con le frasi dell’esercizio.
    Anche per questo tipo di prova è utile, se non necessario, individuare da subito le parole chiave delle frasi e degli annunci, poi ascoltare l’audio/leggere meglio gli annunci.

  3. Richtig/Falsch e Ja/Nein

    Questa tipologia esisteva anche negli esami Cambridge, ma di recente l’hanno tolto.
    In ogni caso, questo è un altro esercizio che accomuna Hören e Lesen.
    Semplicemente, bisogna fare attenzione a sinonimi e a frasi riformulate con la negazione.

Riguardo allo Sprechen, invito alla (ri)lettura dell’articolo sull’esprimere opinioni e riporto qui una serie di frasi utili per le tre parti:

Sprechen Teil 1 – concordare su un evento

  • Wann wird das Party stattfinden?
  • Wo wird es organisiert?
  • Wie viele Leuten können am Party teilnehmen?
  • Wem lädst du zum Party ein?
  • Wem möchten wir zum Party einladen?
  • Wer kann noch zum Party kommen?
  • Warum kochst du nicht etwas zum Essen?
  • Was kann ich zum Essen mitbringen?
  • Wird jemand etwas (Süßes, Salziges, …) kochen?
  • Was für Geschenk können wir machen?
  • Warum schenken wir nicht …?
  • An welches Geschenk hast du gedacht?
  • Was hast du vor als Geschenk?
  • Kaufen wir ein Geschenk allein oder machen wir ein gemeinsames Geschenk?

Sprechen Teile 2 und 3

Schreiben

Un regalo per voi!

Vi condivido anche il libriccino in formato PDF tramite cui potete esercitarvi per l’esame B1. Vi metto il link di Drive perché è molto grande come file.

https://drive.google.com/file/d/1IEVEwdgf4IB83771lAuPczVnyogF7iWU/view?usp=drivesdk

Per concludere questo articolo riporto pari pari il consiglio spassionato dato nell’articolo sugli esami Cambridge.

LEGGERE E SEGUIRE ATTENTAMENTE LA TRACCIA!!!

Ebbene sì, se c’è una cosa che mi manda su tutte le furie è il fatto che le persone NON LEGGANO BENE LA TRACCIA E NON ASCOLTINO BENE LE DIRETTIVE DATE.
Lo dice stesso il Treccani: “Serie di appunti, schema in cui sono succintamente annotate le linee generali di un argomento da svolgere, di una trattazione orale o scritta”.
La traccia vi dà quindi l’indicazione su COSA e su COME svolgere un esercizio. Detto in altre parole, una parte di compito è già svolta e vi costerebbe la metà della fatica attenervi alla traccia.

Per oggi è tutto.

Tschüß!

Per qualsiasi chiarimento potete contattarmi alla mail robertafi.visone@gmail.com: http://gmail.com.

Se questo articolo vi è piaciuto e/o se conoscete persone cui possa interessare, condividetelo sui vostri social network!

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *