Tedesco – le subordinate e i tipi di subordinate

Tedesco – le subordinate e i tipi di subordinate

In questo articolo scopriremo come si formano le frasi subordinate in tedesco e che funzioni hanno. Tedesco - le subordinate.

In questo articolo scopriremo come si formano le frasi subordinate in tedesco e che funzioni hanno. Tedesco – le subordinate.

Cosa imparerete a dire, ascoltare, leggere, usare

Alla fine di questo articolo avrete in primis conosciuto la differenza fra una frase principale e una subordinata/secondaria.

Secondo, avrete imparato a usare le giuste marche di subordinazione secondo il tipo di secondaria che volete usare in un periodo (causale, temporale, concessiva, ecc.).

Tedesco – le subordinate

Com’è andata con le preposizioni?

Spero tutto bene!

Ora passiamo al penultimo argomento spinoso, ma prima facciamo un…

Piccolo passo indietro

Prima di procedere in quest’altra selva oscura del tedesco, è necessario rimandarvi alla lezione sulla costruzione della frase, oppure potete continuare a leggere questo articolo.

Ora vi allego un’immagine riassuntiva dei campi.

Le celle vuote del Vorfeld sono quelle che non si attivano: ciò succede solo quando la frase interrogativa inizia col verbo, quindi con la linke Klammer.

Come da immagine, il Nachfeld si divide a sua volta nella linke Klammer, nel Mittelfeld e nella rechte Klammer.

Hauptsätze und Nebensätze

Entriamo nella selva oscura delle frasi principali di senso compiuto (Hauptsätze) e di quelle secondarie o subordinate (Nebensätze).

Vediamo ora che tipi di secondarie esistono in tedesco.

Nelle immagini che seguono ho inserito anche le corrispettive frasi principali, così se avete ancora difficoltà a esprimere, che so, la causa o la conseguenza di un’azione con una secondaria, potete farlo con una principale.

Tipi di subordinate in tedesco

Tempo richiesto: 5 minuti.

Tipi di subordinate

  1. Completive (Io so che…, Io vorrei che…, Si pensa che…)

    Completano il senso della proposizione principale.
    Abbiamo già trovato questa frase nell’ultima lezione sulle preposizioni.

  2. Temporali (I) (Mentre …, Dopo…, Prima che…)

    Queste subordinate esprimono il rapporto di anteriorità, contemporaneità o posteriorità fra l’azione della frase principale e quella della frase secondaria.

  3. Temporali (II) (Quando…, Mentre…, Finché…)

  4. Causali (Perché…, a causa di…)

    Lo dice già il termine: questa secondaria esprime la causa o il motivo di un’azione.

  5. Modali (In modo che…, come..)

    Queste secondarie indicano il modo o la maniera in cui l’azione viene svolta.

  6. Finali (Allo scopo di…, per…, al fine di…, affinché…)

    Questa è la mia secondaria preferita. Trovo che nella vita bisogna sempre avere uno scopo per avere la carica giusta per affrontare qualsiasi difficoltà in modo maturo e consapevole.

  7. Interrogative

    Mi chiedo…
    come (wie), cosa (was), (da) dove (woher, wo, wohin), chi (wer, wem, wen), quando (wann), perché (warum), quanto (wie lange, wie alt, wie weit, wie oft) …

  8. Consecutive (Cosicché…, perciò…, così… che…, così… da…, senza…)

    A ogni azione corrisponde una conseguenza.

  9. Concessive (sebbene, nonostante, eppure)

    Contro ogni aspettativa, si possono raggiungere tanti scopi se si vuole.
    Ogni impedimento è giovamento!

  10. Avversative (a dispetto di, invece di, eppure)

    Queste subordinate sono proprio dispettose!

  11. Condizionali (se…, casomai…, nel caso in cui…)

    Queste sono le subordinate del “se” e del “casomai”.

Ricapitolando…

Per oggi è tutto.

Tschüß!

Se questo articolo vi è piaciuto e/o se conoscete persone cui possa interessare, condividetelo sui vostri social network!

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *