Tedesco – verbi (in)separabili, forti, deboli, misti

tedesco verbi
 In questo articolo esploreremo il mondo dei verbi in tedesco. Tedesco - verbi (in)separabili, forti, deboli, misti.

In questo articolo esploreremo il mondo dei verbi in tedesco. Tedesco – verbi (in)separabili, forti, deboli, misti.

Cosa imparerete a dire, ascoltare, leggere, usare

Alla fine di questo articolo avrete imparato a districarvi nel mare magnum dei verbi in tedesco, distinguendo fra un verbo separabile, uno inseparabile, uno forte, debole e misto.

Conoscerete anche altre due tipologie di verbi: di posizione e modali.

Un brevissimo passo indietro…

L’ultimo argomento di tedesco è stata la costruzione della frase.

Se ben ricordate, vi ho detto che la rechte Klammer (la chiusura della parentesi verbale) si attiva con determinati verbi.

Oggi scopriamo quali.

Tedesco – verbi (in)separabili, forti, deboli, misti… più due bonus!

In tedesco abbiamo queste tipologie di verbi, più i verbi di posizione, più i modali e gli ausiliari (haben e sein, cioè avere ed essere) come nelle altre lingue.

Perché si chiamano in questo modo?

Scopriamolo insieme.

Principali tipologie di verbi in tedesco più due bonus: verbi di posizione e verbi modali

Tempo richiesto: 3 minuti.

  1. Verbi inseparabili (untrennbare) e separabili (trennbare)

    Gli untrennbare Verben sono quei verbi per i quali non si attiva la parentesi destra (rechte Klammer), i trennbare Verben invece vogliono questa divisione fra verbo e prefisso del verbo; quest’ultimo va nella rechte Klammer.
    Prendo due frasi come esempio, per far capire meglio la differenza.
    Inserisco “|” per indicare quanti costituenti ci sono nelle due frasi.
    1) Ich|beginne|den Unterricht um 8 Uhr. (Inizio la lezione alle 8).
    “Ich” va nel Vorfeld, “beginne” nella linke Klammer e “den Unterricht um 8 Uhr” nel Mittelfeld.
    In questa frase ci sono 3 COSTITUENTI e NON SI ATTIVA ALCUNA RECHTE KLAMMER.
    2) Ich|stehe|um 8 Uhr|auf. (Mi sveglio alle 8).
    “Ich” va nel campo Vorfeld, “stehe” nella linke Klammer, “um 8 Uhr” nel Mittelfeld e “auf” nella rechte Klammer.
    In questa frase ci sono 4 COSTITUENTI+PREFISSO NELLA RECHTE KLAMMER.

  2. Verbi deboli (schwache), forti (starke) e misti (gemischte)

    Questa distinzione è visibile a pieno soprattutto per quanto riguarda il tempo preterito (passato remoto, imperfetto, passato prossimo), che vedremo nella prossima lezione. Per il momento vi basti sapere che i verbi forti sono quelli che alla seconda e terza persona singolare prendono l’Umlaut (dieresi, specialmente sulla lettera <a> –> <ä>), mentre i deboli sono quelli “generici”.
    Infine, i verbi misti sono quelli che prendono una coniugazione mista, un po’ dai verbi forti, un po’ dai deboli.
    Un esempio di verbo forte è an|fangen (“iniziare”; vedi immagine alla voce “verbi inseparabili e separabili”); machen (“fare”) è un verbo debole, bringen (“portare”) è misto (vedremo nella prossima lezione perché).

  3. BONUS (1): Verbi di posizione

    Sono quei verbi che indicano dove poggiare oggetti, dove giacciono oggetti, dove sedersi e dove appendere qualcosa.
    In nero sono segnati i verbi coi rispettivi paradigmi, altro argomento che vedremo nella prossima lezione.

  4. BONUS (2): Verbi modali

    Sono noti anche come verbi servili.
    Ho inserito anche questi nella lezione perché attivano la parentesi verbale come:
    – i verbi separabili;
    – TUTTI I VERBI AI TEMPI COMPOSTI (Perfekt, Plusquamperfekt, cioè passato prossimo e trapassato prossimo);
    – frasi con werden (futuro e diatesi passiva).*

  5. Verbi modali: funzioni

  6. Wahrscheinlich (in verità) e vielleicht (forse) come sostituti di können e müssen

*Werden è un argomento che non tratterò in queste lezioni, a meno che non mi venga esplicitamente richiesto. Farò solo un accenno con due esempi nel prossimo paragrafo.

Torniamo di nuovo indietro sulla rechte Klammer!

Come abbiamo potuto vedere, la rechte Klammer è occupata dai seguenti costituenti/si attiva in presenza dei seguenti costituenti:

  • prefisso dei verbi separabili (es.: Ich|stehe|um 8 Uhr|AUF = mi sveglio alle 8);
  • infinito del verbo lessicale in presenza di verbi modali (es.: Ich|kann|das Klavier|SPIELEN= so suonare il piano);
  • participio passato dei verbi lessicali della frase (es. Ich|bin|gestern nach Rom|GEFAHREN = ieri sono partita per Roma);
  • *infinito del verbo lessicale in presenza di werden, che serve a formare il futuro (es. Ich|werde|morgen nach Armenien|FAHREN = domani partirò per l’Armenia);
  • *participio passato del verbo lessicale in presenza di werden per formare la diatesi passiva (es. Dieser Apfel|wird|von mir|GEGESSEN = la mela è mangiata da me).

Per oggi è tutto.

Tschüß!

Se questo articolo vi è piaciuto e/o se conoscete persone cui possa interessare, condividetelo sui vostri social network!

Articoli consigliati

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *