Autismo e traforo: oggetti vari e nomi – 7/10

In questo articolo vedremo la connessione fra autismo e traforo per quanto riguarda oggetti concreti.
Potrete anche ammirare le targhette coi nomi, glitterati da mia mamma.

In questo articolo vedremo la connessione fra autismo e traforo per quanto riguarda oggetti concreti.
In più potrete anche ammirare le targhette coi nomi, glitterati da mia mamma.

Ultimo, ma non meno importante, condividerò le foto di due vassoi realizzati nella prima fase di sviluppo dell’abilità nel traforo di mio fratello.

(Se avete perso l’ultimo post, quello sulle persone astratte, ecco il link: http://ideemalsane.it/?p=350).

Autismo e traforo: oggetti vari e nomi

Calamite, cuore e rosa

autismo e traforo oggetti
autismo e traforo oggetti
autismo e traforo oggetti
autismo e traforo oggetti

Come tutte le altre opere in traforo con colori, anche alcune di queste sono state glitterate da mia mamma. In più queste quattro immagini riguardano la prima fase di sviluppo dell’arte del traforo di Igino. Tuttavia è incredibile come sia riuscito a traforare la rosa senza rovinarla. Che maestria!

Carretto siciliano e porta fazzoletti

Questi oggetti invece riguardano uno stadio più sviluppato della padronanza in materia di traforo.

Fra questi mi piace particolarmente il porta fazzoletti (o porta documenti/giornali, come preferite), per la tematica della nave che si lascia guidare e cullare dalle onde del mare, col sole che riluce.

Mezzi di trasporto

Ricordate quando nell’articolo sugli animali vi scrissi dello scotch bianco particolare, per “sanare” le rotture a livello di traforo (http://ideemalsane.it/?p=285)?

Ecco tre pezzettini di scotch nell’immagine della macchina in grande.

Targhe con nomi

autismo e traforo oggetti

Questo è un esempio di opere in traforo che Igino riprodurrebbe ancora oggi.

Ci mette circa un quarto d’ora, non di più, per creare queste targhette coi nomi.

Vassoi

autismo e traforo oggetti
autismo e traforo oggetti

Last but not least, ora ammirate la cura nel traforare fiori e frutti, per poi inserire questi pezzi di legno compensato all’interno di futuri vassoi.

Se la base l’ha creata Igino, al resto ci ha pensato mia mamma. Entrambi i vassoi sono stati regalati poco dopo la loro creazione.

Per oggi è tutto.

Ci vediamo al prossimo appuntamento con le opere in traforo sul Natale.

Se questo articolo vi è piaciuto e/o se conoscete persone cui possa interessare, condividetelo sui vostri social network!

Articoli consigliati

1 commento

  1. […] Prima di passare agli oggettini di Natale, vi ricordo l’ultimo post su oggetti vari: http://ideemalsane.it/?p=373. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *