Autismo e traforo: astrattismo – 6/10

In questo articolo potremo ammirare opere astratte o fantasiose realizzate da Igino in traforo.

Se nello scorso articolo abbiamo visto personaggi di fumetti, manga e libri traforati da Igino (http://ideemalsane.it/?p=340), stavolta ammireremo opere astratte o fantasiose.

Si tratta soprattutto di donne, bambine e di visi angelici.

Autismo e traforo: astrattismo.

Ho inserito in ordine cronologico le opere in traforo che hanno come tematica personaggi astratti, soprattutto donne.

In questo modo vi potete rendere conto di quanti progressi abbia fatto Igino col tempo, nell’affinare la tecnica, nel riuscire a traforare anche i più piccoli spazi, nel donare espressività e dolcezza alle sue opere.

La dolce bimba coi capelli ricci.

Apprezzo questi elementi astratti e fantasiosi, di donne vissute in epoche indefinite. Tuttavia, se c’è un’opera del genere che preferisco, quella è la bimba coi capelli ricci.

Ho un legame affettivo con quest’opera, perché mia nonna paterna l’aveva appesa nel suo grande salotto. Inoltre i ricci traforati così bene mi ricordano quelli di Lucio Battisti dell’opera in traforo che regalai al mio caro relatore di tesi magistrale.

Ora vi mostro la dolce bimba coi capelli ricci.

Autismo e traforo: astrattismo

Autismo e traforo: astrattismo. Tre donne.

Ho preferito creare questo paragrafo a tre immagini per me particolari.

Autismo e traforo: astrattismo

Una donna che accende passioni, che si mantiene in precario equilibrio ballando con sicurezza e dolcezza.

Una donna senza sguardo che però sa far parlare bene col suo corpo e che consuma la propria esistenza ballando.

Che poesia, quest’opera.

Autismo e traforo: astrattismo

E che dire di questa Nativa Americana che con sguardo fermo e postura fiera trasporta il proprio figlio sulle spalle?

Autismo e traforo: astrattismo

Ora che ci penso, avrei potuto inserire quest’opera nel post precedente, dato che mi ricorda Il Profumo di Patrick Süskind (https://culturificio.org/il-profumo-di-patrick-suskind/).

Igino realizzò questo traforo poco dopo aver scoperto questo suo talento.

Eppure già nel traforare qualcosa di semplice si può ammirare la sensualità della donna imbottigliata nella boccetta di profumo.

Nel prossimo articolo vedremo oggetti più concreti e le targhette coi nomi. Intanto spero abbiate gradito queste opere.

Se questo articolo vi è piaciuto e/o se conoscete persone cui possa interessare, condividetelo sui vostri social network!

Articoli consigliati

1 commento

  1. […] (Se avete perso l’ultimo post, quello sulle persone astratte, ecco il link: http://ideemalsane.it/?p=350). […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *