Autismo e traforo: gli animali – 3/10

In questo articolo scopriremo come mio fratello ha traforato la sua passione per gli animali nel corso degli anni. Autismo e traforo: gli animali.

Nell’articolo precedente abbiamo visto come Igino abbia traforato la passione di mio padre per il Far West nella serie cowboy (http://ideemalsane.it/?p=270).

Adesso invece scopriamo come ha connesso autismo e traforo per quanto riguarda gli animali.

La passione per gli animali.

Gli animali sono la sua grande passione di sempre, insieme ai Lego.

Ricordo quando Igino prendeva il vocabolario della Zanichelli dalla piccola libreria di casa, si sedeva sul letto e andava dritto alla sezione colorata degli animali.

Non ama particolarmente leggere, però quella sezione gli piace particolarmente e ogni volta che prende quel vocabolario memorizza i nomi delle varie specie.

Senza dimenticare gli album di figurine e il libro degli animali che aveva ricevuto da mamma o papà!

I Pokémon: animali animati.

Igino è appassionato anche dei Pokémon, esseri somiglianti ad animali nati dalla matita di Satoshi Tajiri.

Ricordo quando giocavamo a Pokémon Snap con la Nintendo 64, un gioco in cui bisogna fotografare questi esseri super colorati.

Lo zoo e i cartoni animati.

Igino gradisce anche le visite allo zoo e i cartoni animati con animali come personaggi.

Uno dei suoi preferiti è sicuramente Il Re Leone: in particolar modo ammira Scar e impazzisce quando lo sente cantare Sarò Re.

Sarò Re, da Il Re Leone.

In passato faceva addirittura il balletto, impersonificando il suo personaggio preferito! Che risate!

Di recente, invece, ho ripreso Igino mentre col dito prendeva il segno sul libro delle Magiche Storie Sonore Disney della DeAgostini (https://www.deagostini.com/it/prodotti/magiche-storie-sonore-disney/GG5842000000/).

Questo sempre dalla serie che non ama particolarmente leggere… a meno che non legga un’altra persona per lui!

Autismo e traforo: gli animali.

Insomma, Igino ha da sempre coltivato questa passione e competenza del regno animale.

Guai a nominare un animale per un altro: arriva subito la sgridata!

Ora vi mostro ciò che ha realizzato in traforo su questo ricco regno. Da questa serie di immagini potrete ben comprendere quanto la sua abilità si sia evoluta col tempo.

I primi animali.

Questi animali sono stati colorati da mia mamma con le penne glitterate.

Volatili.

Vediamo adesso come Igino è riuscito a rappresentare animali reali e fantastici dotati di ali.

Come già scritto nel paragrafo precedente, mia mamma ha usato le penne glitterate per colorare gli animali. Inoltre ha usato lo spray argentato per la cornice coi due gufetti.

Mondo marino.

Guardate con quanta precisione Igino ha rappresentato esseri del mondo marino: polipi, delfini e altri tipi di pesciolini.

Guai se si rompeva un pezzettino: subito accorreva in soccorso un particolare scotch bianco come quello che si mette sulle buste degli alimenti da congelare.

Giraffe e cavallo.

Primo piano o “storte”, Igino riusciva a traforare ogni pezzetto per creare gli effetti di luce e ombre. Guardate anche come sventolano le chiome dei cavalli mentre corrono in un lontano deserto.

Felini e canidi.

Ora passiamo a una sezione che amo molto, dato che, oltre agli uccelli, amo cani e gatti.

Guardate con quanto amore ha creato questi animali!

Vi aspetto alla prossima, con i cartoni animati e gli anime che ha traforato.

Se questo articolo vi è piaciuto e/o se conoscete persone cui possa interessare, condividetelo sui vostri social network!

Articoli consigliati

2 commenti

  1. […] Nello scorso articolo abbiamo visto come la passione per gli animali di Igino abbia assunto la forma di opere in traforo (http://ideemalsane.it/?p=285). […]

  2. […] Ricordate quando nell’articolo sugli animali vi scrissi dello scotch bianco particolare, per “sanare” le rotture a livello di traforo (http://ideemalsane.it/?p=285)? […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *